Buoni acquisto celiachia per prodotti gratis: come fare per ottenerli?

In Italia i pazienti ai quali è stata diagnosticata la malattia celiachia possono usufruire di un buono acquisto mensile per comprare alimenti senza glutine. I prodotti gluten free sono fondamentali perché la dieta senza glutine è l’unica “cura” esistente per la celiachia: una cura che deve essere rigorosa, senza strappi, e che a oggi è irreversibile.

L’erogazione gratuita degli alimenti senza glutine è regolata diversamente da regione a regione: qui illustreremo le linee guida generali, e per maggiori dettagli vi invitiamo a contattare la Asl del vostro territorio oppure l’Associazione Italiana Celiachia della vostra regione: in questa pagina trovate tutti gli indirizzi e i nomi dei referenti ai quali rivolgersi.

Leggi anche: Celiachia, le linee guida per la diagnosi ufficiale

QUALI CERTIFICATI SERVONO PER OTTENERE IL BUONO?
Si ha diritto ai prodotti dietetici senza glutine solo ed esclusivamente a seguito della diagnosi del medico specialista. Oltre al certificato di accertata diagnosi di malattia celiaca, serve anche il rilascio da parte dell’Azienda Sanitaria Locale dell’autorizzazione a fruire gratuitamente dei prodotti privi di glutine. I documenti da ottenere sono quindi due. Dopo, il celiaco può ritirare prodotti nelle farmacie, pubbliche e private, nella GDO (supermercati) e nei negozi specializzati.

Leggi anche: arriva Sglutinati, lo shop online con i buoni della regione Lazio

IL TETTO MENSILE DI SPESA
I buoni acquisto erogati hanno un tetto di spesa mensile, che può essere differente in base alla regione di residenza e alla Asl di appartenenza, ma tendenzialmente va dai 45 euro per la fascia di età dai 6 mesi a 1 anno fino ai 120 euro per gli adulti. Il tetto cambia per i due sessi perché viene calcolato il fabbisogno calorico di maschi e femmine, che è diverso. In alcune regioni però questa differenza non viene considerata e gli importi per maschi e femmine sono uguali.

Soprattutto se siete appena stati diagnosticati, non esitate a rivolgervi all’Associazione Celiachia Italiana della vostra Regione per ottenere tutti i dettagli e le informazioni utili al vostro caso. In bocca al lupo!

Non lasciarti scappare il nuovo numero di Free in edicola!