E’ necessario separare le pentole usate per cucinare pietanze contenenti glutine da quelle usate per i menu gluten free? La domanda è frequente, soprattutto quando la cena si svolge a casa di amici non celiaci: l’abbiamo rivolta all’esperta Marianna Izzo, della Segreteria Alimenti Gruppo AIC, che ci ha risposto così.

«In cucina, l’uso di pentole dedicate non è necessario. L’importante è preparare le pietanze su superfici pulite e utilizzare pentole, stoviglie e posate ben lavate. Sia il lavaggio a mano che quello in lavastoviglie assicurano la rimozione dei residui di glutine, dunque sarebbe superfluo utilizzare utensili dedicati.

Vuoi saperne di più sulla contaminazione in cucina? Scopri i video dell’Aic qui.

Non risulta necessario neanche utilizzare spugne dedicate: anche qui un accurato risciacquo in acqua corrente è sufficiente per allontanare gli eventuali residui alimentari. Ovviamente, non sono da dimenticare buone norme per tutti, come quella di lavarsi sempre le mani prima di cucinare e ogni volta che si siano sporcate con alimenti con glutine come, ad esempio, con la farina.

Su superfici che potrebbero essere state contaminate, come la piastra o la griglia del forno, è possibile invece utilizzare carta da forno o fogli d’alluminio per abbattere ogni rischio di contaminazione.»