Tra pochi giorni, l’8 dicembre, avrà inizio il Giubileo Straordinario della Misericordia, voluto da Papa Francesco, e forse per molti sarà questa l’occasione per ritornare e per restarci qualche giorno in più. Avventuriamoci dunque per le più famose strade del centro per conoscere la tradizione gastronomica di questa città.

colosseo-internoIL COLOSSEO
Il nostro itinerario comincia dal simbolo per eccellenza della Capitale: l’Anfiteatro Flavio, meglio conosciuto come Colosseo e inserito fra le nuove 7 meraviglie del mondo. Entrarvi e visitarne l’interno è un’emozione da non perdere; lo spettacolo che si apre dinanzi ai nostri occhi ci riporta indietro ai tempi della Roma imperiale e delle epiche lotte dei gladiatori.

Vi consiglio un delizioso e artigianale gelato presso l’Antica Gelateria De Matteis, proprio a due passi, dove potrete scegliere fra numerosi gusti in coni senza glutine, serviti con la massima attenzione. Un occhio particolare anche per gli intolleranti al latte che troveranno qui un alternativo gelato all’olio di oliva. Vale la pena inoltre far visita al Royal Art Café, hotel e ristorante informato sulla celiachia, dove ogni sera si svolgono eventi musicali live e gastronomici sul panoramico roof garden con vista sul Colosseo.

LA DOMUS AUREA DI NERONE
Ci inoltriamo dunque nel Rione Monti, quartiere della movida romana con tantissimi locali e ristoranti. Vi consigliamo di seguire l’itinerario a sud di Via Cavour con la Domus Aurea di Nerone, il Parco di Colle Oppio e la bellissima chiesa di San Pietro in Vincoli, che contiene il prestigioso gruppo marmoreo del Mosè di Michelangelo.

Per noi, da queste parti, c’è un dolce peccato da compiere, però bio e salutistico: Grezzo Raw Chocolate! Il pasticciere vegano e crudista Vito Cortese ha da poco aperto questo punto vendita a Roma in via Urbana; vi consiglio vivamente di provare tutte le sue delizie, dove il “senza” regna sovrano e il gusto degli ingredienti vi lascerà di stucco. Sulla stessa strada potrete sfiziarvi da Zia Rosetta per una rosetta (il tipico panino romanesco a forma di rosa) senza glutine e ripiena di una infinità di ingredienti incredibili: dalla porchetta alle verdure grigliate, ai rösti di patate. Avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Scopri qui gli altri viaggi del nostro blogger Andrea Colombo.

fororomanoI FORI IMPERIALI
Un tempo costituivano il cuore pulsante dell’attività politica dei Romani. In quest’area, il Foro di Cesare, dove sono ancora visibili i resti del maestoso Tempio di Venere Genitrice. Se siete curiosi di approfondire questa zona della città, visitate il Museo dei Fori Imperiali nei Mercati di Traiano, il primo museo di architettura antica, e riservatevi una passeggiata serale con i Fori illuminati. 

Proseguendo verso Piazza Venezia e l’Altare della Patria, sentiamo il richiamo del museo pubblico più antico del mondo, fondato addirittura nel 1471.altare-patria Parliamo dei Musei Capitolini, proprio a ridosso del Campidoglio, dove potremo tuffarci ancora nel passato con capolavori di indescrivibile bellezza. Arriviamo quindi in Via del Corso, una delle strade dello shopping di Roma dove a ogni angolo troverete i famosi caldarrostai con cartocci profumati di fragranti marroni. Qui negozi e boutique ci invitano agli acquisti e ogni traversa del Corso principale, attrae e incuriosisce.

Dalla Galleria Alberto Sordi, proprio di fronte a Piazza Colonna e a Palazzo Chigi, sede del Governo, si prosegue per Via del Corso, incrociando in sequenza prima Via del Tritone, che porta diritta a Piazza Barberini con la famosa Fontana del Tritone, poi Via Frattina e l’esclusiva Via dei Condotti che conduce all’imperdibile Piazza di Spagna. Dall’altra parte del Corso, si va verso Piazza Montecitorio, e inoltrandoci dietro la Camera dei Deputati, possiamo dirigerci verso uno dei fast food più “slow” e a basso impatto ambientale mai provati: Ciao Checca in Piazza di Firenze. Qui, vi consigliamo di provare il piatto forte della casa, la “Pasta alla Checca”, nonché le zuppe e le minestre del giorno. Scegliete per tutto l’opzione “Re-fill” (“Ne vuoi ancora?”) e non ve ne pentirete!

Leggi anche: Cucina romana senza glutine: la scommessa di Uccia ai Castelli Romani

piazza-navonaIL SALOTTO BAROCCO
Arrivando in Piazza Navona, il “salotto barocco”, l’occhio potrà spaziare senza sosta fra i capolavori del Bernini e del Borromini. Da qui al Pantheon il passo è breve e obbligatorio, visto che stiamo per entrare nel Tempio perfetto (il diametro è identico alla sua altezza) fatto erigere sul luogo leggendario ove Romolo, fondatore di Roma, al momento della sua morte, fu afferrato da un’aquila e portato in braccio agli dei. Il tempio pagano fu in seguito convertito in basilica cristiana.

A due passi dal Pantheon, su Via di Torre Argentina, troviamo una vera e propria oasi per il celiaco: Pandalì. Qui la scelta è davvero totale e super sicura, visto che parliamo di un locale dove non esiste contaminazione e tutto è rigorosamente gluten free ma anche bio, vegan e vegetariano; provate pizze, calzoni, pane, cous cous, insalate, primi, e ogni cosa potrete anche portarla via con voi in hotel e avere la cena assicurata.

Vuoi scoprire un’altra grande città italiana? Clicca qui!

CAMPO DE’ FIORI
Arriviamo in Largo di Torre Argentina, dove un’altra pizzeria senza glutine ci attende. Stiamo parlando di Rossopomodoro con i suoi genuini prodotti Campani Dop. Ottima la pizza capricciosa con una strepitosa mozzarella di bufala, accompagnata da pomodoro verace: indimenticabile!

A pochi passi, in via dei Giubbonari, vicino a Campo de’ Fiori, c’è poi Voglia di pizza, dove scegliere fra antipasti, pizze e specialità romane. Non molto lontano, un gelato da Grom (in Via dei Giubbonari 52) potrebbe essere la giusta conclusione della giornata.

castel-sant_angeloCASTEL SANT’ANGELO
È visitabile gratuitamente ogni prima domenica del mese. Il Passetto di Borgo (che collega il Castello ai Palazzi Vaticani) porta alle storiche prigioni buie e anguste. Uscendo dal Castello, ci ritroviamo proprio all’imbocco di Via della Conciliazione sul cui sfondo si staglia Piazza San Pietro che, con le sue 284 colonne, ci abbraccia simbolicamente fino a portarci a guardare sempre più da vicino la Basilica, sormontata dalla cupola michelangiolesca.

pieta-michelangeloLA META FINALE DEL GIUBILEO
Sarà proprio l’interno della Basilica, meta finale del pellegrinaggio per l’Anno Santo, che ci lascerà in mistica contemplazione di fronte a capolavori come la Pietà di Michelangelo e il monumentale altare col baldacchino centrale realizzato su disegno del Bernini. Ai livelli inferiori la Tomba di Pietro, le Necropoli e le Grotte Vaticane. Imperdibili inoltre, i Musei Vaticani e la Cappella Sistina, uno dei più famosi tesori artistici della Città del Vaticano.

Appena fuori San Pietro, a Borgo Pio, il celiaco potrà rifocillarsi presso una delle più sfiziose invenzioni gastronomiche senza glutine: Mama Frites. Vi troverete un’infinità di fritti senza rischi di contaminazione. Mama Frites lo troviamo anche a Trastevere il vivace quartiere in cui trascorreremo la nostra ultima serata, a spasso fra i vicoli nascosti pieni di locali notturni, ristoranti, venditori ambulanti e artisti di strada.

Leggi il nostro articolo su Mama Frites!

E la cena? Qui è assicurata, perché Mama! Eat propone pizze e gastronomia di tradizione partenopea, insieme a primi e secondi piatti, panini e anche qui fritture di ogni tipo. Consigliato è l’arancino al metro e senza dubbio il calzone ripieno. E a fine serata, tutti da Fatamorgana per un buon gelato sicuro e artigianale. Buona passeggiata autunnale nella Capitale e… arrivederci Roma!

DORMIRE E MANGIARE SENZA GLUTINE

EeB acquedottiBED & BREAKFAST Acquedotti Antichi
Molto vicino allo splendido Parco degli Acquedotti, questo B&B su richiesta offre anche colazione senza glutine e senza lattosio (quasi sempre prodotti confezionati).

Viale Anicio Gallo 196/C2, Roma
tel. 06 45555635/3291162203
www.acquedottiantichi.com - Email: info@acquedottiantichi.com

Vuoi conoscere altri locali romani gluten free? Scoprili qui con il nostro blogger Andrea Colombo.

Hotel fori imperiali Cavalieri
Un bel tre stelle in comoda posizione centrale, a due passi dal Colosseo e dai Fori Imperiali, che offre una colazione senza glutine a base di deliziosa pasticceria fresca artigianale.

Via Frangipane 34, Roma – tel. 06 6796246
www.hotelforiimperialicavalieri.com
Email: info@hotelforiimperialicavalieri.com

Antica Gelateria De Matteis
Vicinissima al Colosseo, una gelateria dove assaporare in libertà tanti gusti diversi su coni e cialde senza glutine. Disponibili anche gusti per gli intolleranti al lattosio.

Via Celimontana 34, Roma – www.antica-gelateria-dematteis.it

zia rosettaPaninoteca Zia Rosetta
Un’idea semplice ma geniale: il tipico pane romano anche senza glutine viene farcito con prelibatezze rigorosamente di stagione. Come fare della tradizione e della genuinità una concreta occasione di qualità… È il luogo ideale per una pausa veloce, se siete in giro per la città.

Via Urbana 54, Roma – tel. 06 31052516
www.ziarosetta.com - Email: info@ziarosetta.com

Royal Art Café
Nel roof garden con vista mozzafiato sui Fori Imperiali e sul Colosseo si può scegliere tra menu di carne e di pesce, e piatti della cucina romana: informate il personale delle vostre esigenze e sapranno aiutarvi. Aperto a pranzo e a cena.

Piazza del Colosseo 1, Roma – tel. 06 88805383
www.royalartcafe.it – Email: booking@royalartcafe.it

Ti piacerebbe provare dei corsi di cucina gluten free a Roma? Clicca qui!

Pasticceria crudista Grezzo Raw Chocolate
Un laboratorio artigianale nel cuore di Monti, che prepara ottimi dolci solo con ingredienti biologici e di origine vegetale, con lavorazioni inferiori ai 42 gradi. Tutti i prodotti sono privi di glutine, zuccheri raffinati, uova, latte e derivati, nonché soia, lieviti e prodotti chimici.

Via Urbana 130, Roma – tel. 06 483443
www.grezzoitalia.it – Email: info@grezzoitalia.it

fata morganaGelateria FataMorgana
Un ottimo gelato senza glutine (compresi cialde e coni) naturale, senza aromi artificiali, insaporitori in polvere né coloranti, ma solo frutta di stagione, frutta secca intera, spezie, fiori, semi ed erbe di ogni genere. Gli ingredienti sono di alta qualità e i gusti sono tra i più originali della città.

Via Roma Libera 11 (Trastevere), Roma
Via Leone IV 50 (Musei Vaticani), Roma
Via Laurina 10 (Piazza del Popolo), Roma
www.gelateriafatamorgana.com
Email: info@gelateriafatamorgana.com

Gastronomia gluten free Pandalì
Un forno dove tutto è senza glutine: qui pizza, bagel, calzoni, focacce, ciambelle, plumcake, torte e piatti pronti da consumare sul posto o da portare via. Pandalì utilizza farine di riso, mais, ceci, grano saraceno e prodotti da filiera corta.

Via di Torre Argentina 3, Roma – tel: 06 68136731 – www.pandali.it- Email: info@pandali.it

Slow street food Ciao Checca
I piatti della tradizione italiana in formato espresso, con ingredienti di prima qualità. Tutto il menu è disponibile anche in versione senza glutine: chiedete alla cassa. La tradizionale Pasta alla Checca (ditaloni rigati con pomodorini e mozzarella Dop) è il piatto simbolo.

Piazza di Firenze 25/26, Roma – tel. 06 68300368
www.ciaochecca.com – Email: info@ciaochecca.com

Vuoi conoscere gli altri locali romani gluten free selezionati dall’AIC? Scoprili qui.

 

voglia-di-pizzaWebRistorante pizzeria Voglia di Pizza
Qui ampio spazio viene dato a pizza, piatti tipici della cucina romana e dolci in versione senza glutine: tra le tante cose, potrete gustare primi, impasti, antipasti fritti, fiori di zucca, crocchette di patate e supplì, e cinque birre gluten free. Gli ingredienti di prima qualità e lo staff altamente qualificato assicureranno una giornata indimenticabile.

Via dei Giubbonari 33, Roma – tel. 06 6875293
www.vogliadipizzaglutenfree.com

Ristorante Mama! Eat
Locale con menu molto ricco specifico anche senza glutine: primi, fritti, panini, grill, pizze e impasti farciti e dessert. Sul sito trovate tutti i piatti nel dettaglio.

Via di San Cosimato 7, Roma – tel. 06 5806222
www.mamaeat.com – Email: info@mamaeat.com

friggitoria mamaFRIGGITORIA Mama Frites
Locale street food nello stile delle friggitorie napoletane tutto senza glutine, dove gustare fritti espressi (dolci e salati) e poi panini, “cuoppi”, risotti, parmigiane e lasagne. Si utilizzano pasta madre e farine scelte.

Borgo Pio 28 (San Pietro)
Vicolo de’ Cinque 42 (Trastevere)
www.mamafrites.com - Email: mamafrites@gmail.com

Pizzeria rossopomodoro
Qui trovate la pizza con impasto napoletano anche senza glutine: Marinara, Margherita, Napoli e Capricciosa, ma anche con funghi, prosciutto e molto altro. Da bere, potete ordinare la Peroni senza glutine.

Largo di Torre Argentina 1, Roma – tel: 06 68892440
www.rossopomodoro.it

COSA VEDERE

la-lupaMusei Capitolini
Nel primo storico polo museale della capitale, oltre alla collezione permanente, non perdete la mostra che metterà a confronto le opere degli artisti Raffaello, Parmigianino e Federico Barocci. Dal 2 ottobre 2015 al 10 gennaio 2016.

Piazza del Campidoglio 1, Roma – tel. 060608 www.museicapitolini.org
Email: info.museicapitolini@comune.roma.it


Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri
È una chiesa dalla storia decisamente originale. Erano terme al tempo di Diocleziano, fino all’intervento di Michelangelo, che vi integrò perfettamente una basilica con pianta a croce greca, lasciando la facciata, disadorna ma essenziale, nella sua forma originale in mattoni, affiancata da rovine.

Piazza della Repubblica, Roma

san-giovanni-in-lateranoBasilica di San Giovanni in Laterano
“Madre di tutte le chiese del mondo”, è la più antica e importante basilica d’Occidente, con la sua facciata settecentesca e il meraviglioso interno del Borromini. Fu l’imperatore Costantino a ordinarne la costruzione, dopo la vittoriosa battaglia di Ponte Milvio.
Piazza di S. Giovanni in Laterano, Roma

Basilica di Santa Maria Maggiore
È la più grande delle chiese dedicate alla Madonna, passata nei secoli attraverso vari rimaneggiamenti che la vedono oggi affiancata dalle due grandi cappelle laterali: la Sistina e la Paolina.
Piazza di Santa Maria Maggiore, Roma

Basilica di Santa Maria in Trastevere
Gioiello antichissimo del 340, è stata la prima chiesa eretta in onore della Vergine Maria. Ricostruita nel XII sec. con marmi e travertini provenienti dalle Terme di Caracalla, custodisce pregevoli statue e affreschi.
Piazza di S. Maria in Trastevere, Roma

A cura di Anna Lisa Iacobellis