Oggi siamo in compagnia di Minnie, che ci introduce in una Londra fuori dai soliti percorsi… Seguiamola nei locali gluten free più alla moda!

Non conosci Minnie? Scopri qui la sua storia gluten free!

«Il Brixton Village è una meta fuori dagli itinerari turistici più battuti e che negli ultimi anni è diventata un posto, definito dagli inglesi, piuttosto cool, e io lo definirei ideale per una celiaca come me che ama scoprire posti nuovi, e in particolare i mercati, per p oi abbinarci una visita a un locale senza glutine.

Si trova a sud del Tamigi in prossimità dell’omonima e comoda fermata della metro (nelle zone 1-2 della metro di Londra). Il Village è un insieme di localini che offrono cucine da varie parti del mondo e negozi che vendono soprattutto cibo, ma si trovano anche esercizi con articoli di medicina cinese.

La visita a questa zona vale non solo per vedere il Village, ma anche per visitare Brixton Market, che si sviluppa nelle strade limitrofe. Non è un Market tra i più conosciuti come Camden, Covent, Portobello, ma un’ottima meta per chi magari ha già visto i classici di Londra e vuole vedere un altro straordinario aspetto di questa città. Sicuramente la zona in cui prende vita è particolarmente multietnica (c’è un’ampia comunità afro-caraibica) e si respira un’atmosfera meno turistica e il mercato (presente a pieno regime il venerdì edil sabato, a volte la domenica) offre, a seconda del giorno, bancarelle diverse: dal farmer’s market al mercato del fai da te al classico mercato delle pulci. Non mancano mai i food stall (carretti e bancarelle di cibo) sempre presenti all’ora di pranzo.

Vuoi conoscere altri locali gluten free di Londra? Leggi qui!

Io ho visitato il mercato e poi mi sono “fiondata” al Village. Nonostante avessi la cartina davanti e continuassi a passarci vicino non ho trovato subito l’ingresso, che è comunque caratterizzato da una porta blu sotto un ponte blu. Consiglio quindi di chiedere indicazioni invece di girare a vuoto come ho fatto io. Invito tutti ad andare a visitare il mercato la mattina e poi spostarsi al Village per il pranzo. All’interno, molti locali hanno i tavolini all’esterno che sono molto carini, ma la temperatura, nonostante sia al coperto, in inverno non è proprio mite.

Ho decisDSCN0917o di andare in primis all’Honest Burgers che già conoscevo trattandosi di una catena presente anche nel quartiere di Soho. Come in tutti i locali inglesi che si rispettino, bisogna mettersi in una fila ordinata e attendere per essere accolti. Ci sono tavolini sia all’esterno che all’interno, ma vista appunto la temperatura, decido di chiedere un tavolo all’interno. I posti sono veramente vicini l’un l’altro, ed è come mangiare al tavolo con sconosciuti, cosa IMG_0036che può incentivare la socializzazione… Qui si mangiano ottimi hamburger con carne fantastica (lontano dal panino di  McDonald’s)  con pane senza glutine accompagnato da patatine. Non posso garantire relativamente alla contaminazione incrociata, ma colui che prepara gli hamburger è in una cucina a vista, tanto a vista che si esce dal locale piuttosto “profumati”.
Honest Burgers – www.honestburgers.co.uk hello@honestburgers.co.uk

Leggi qui il tour per LISBONA con Minnie!

Dopo il pranzoDSCN0919 ci sta sempre bene un dolcetto e faccio giusto 3 metri per fermarmi al WAGfree, panetteria e bar con tanti prodotti senza glutine, dai muffin alle pasterelle, al pane. Così mi prendo un tè e, ovviamente, un dolcetto. E, come sempre, faccio anche un po’ di scorta!!
WAGFree Food – Brixton Market, 26 Brixton Station Rd, London SW9 8PR – tel. 44 20 7274 6267 – www.wagfreefood.com -orders@wagfreefood.com

E anche questa volta concludo dicendo che la celiachia va vissuta guardando gli aspetti positivi; ho di nuovo scoperto un posto nuovo che val la pena essere visitato!»

Vuoi scoprire una Londra inedita? Segui lo chef Simona Ranieri nei suoi locali preferiti!