Il raffinato Principe Hotel di Lanzise, sul lago di Garda, in provincia di Verona, ospita la cucina gluten free, vegetariana e gardesana dello chef Paolo Del Bosco. Scopriamola insieme!

Mangiare vegetariano e gluten free sul Lago di Garda al Principe HotelI PIATTI INTERNAZIONALI DI UNO CHEF LEGATO AL TERRITORIO
Il ristorante del Principe Hotel si chiama Convivium e qui Paolo Dal Bosco, trentadue anni, radici venete, è tornato dopo una lunga esperienza in Alto Adige e poi un tuffo nel glamour di Londra. Dietro ai fornelli del ristorante del Principe Hotel, Dal Bosco predilige una cucina leggera ma raffinata: lo chef pone grande attenzione ai prodotti locali, ma guarda con curiosità a tutto il mondo, in particolare alle spezie orientali e ai formaggi francesi.

Leggi l’intervista a Marcello Ferrarini, anche lui chef senza glutine! 

RISOTTO CON GELATO DI CAPRA O PARFAIT AL GIANDUIA?
E se pesce e risotto sono da sempre i suoi piatti forti, negli anni Paolo ha sviluppato molto interesse per la cucina vegetariana prima, e poi per quella gluten free.

Mangiare vegetariano e gluten free sul Lago di Garda al Principe Hotel«Essendo un Wellness Hotel, qui al Principe di Lazise abbiamo sempre avuto un’attenzione particolare per i nostri clienti vegetariani, vegani o con intolleranze.

Con il passare del tempo ci siamo accorti che c’era sempre più richiesta da parte di clienti celiaci, e da quest’anno abbiamo inserito un menu dedicato, anche nella versione vegetariana, proponendolo anche ai clienti esterni, visto che su questa parte del lago non ci sono ancora realtà del genere», racconta lo chef.

Cerchi hotel, locali e agriturismi gluten free? Guarda qui!

PIATTI PENSATI PER TUTTI!
Mangiare vegetariano e gluten free sul Lago di Garda al Principe Hotel
«Non sono solo i celiaci ad assaggiare questi piatti», spiega ancora Dal Bosco. «In realtà c’è molta curiosità per questi menu, perché sono invitanti e soprattutto diversi dal solito. Ed è vero, questi regimi alimentari si sono diffusi anche fra chi non ha problemi di intolleranze, proprio per gli innegabili vantaggi a livello di controllo del peso».

maialinoFusilloni di mais con ragù di vitello e cavolo romanesco, maialino al forno con patate e terra ai porcini e crème brûlée con gelato al pan pepato fanno parte di una delle proposte gluten free.

La variante di mare prevede invece carpaccio di salmone, sedanini al carbone vegetale con funghi primaverili e sesamo, baccalà in tempura su salsa di peperoni arrosto, parfait al gianduia con salsa al lampone e meringa al cardamomo. «Questi menu sono una sfida quotidiana, perché bisogna creare piatti invitanti e saporiti quanto quelli del menu standard. E forse anche di più…», ammette Paolo Dal Bosco. L’importante, spiega, è avere voglia di sperimentare: «Ci sono tanti prodotti oltre alle solite paste senza glutine: con il grano saraceno si possono fare degli ottimi gnocchi, e con le farine di orzo e ceci il pane».

Leggi la ricetta del tofu alla piastra di Paolo Dal Bosco

conviviumRELAX, MASSAGGI E CURE AYURVEDICHE
Non solo cibo, ma anche tanto relax al Principe Hotel. A partire dalle camere dove domina il bianco, fino ai 2000 mq del centro benessere con hammam marino, biosauna e bagno di vapore, qui il cliente può sperimentare davvero il relax più profondo. Ma il valore aggiunto della Spa dell’hotel sono soprattutto i trattamenti, come il Siddha Marma Mardana, massaggio tradizionale ayurvedico che stimola l’energia naturale ed è ottimo in casi di forte stress psicofisico, e ancora i rituali con alghe marine, con i sali del mar Morto o con l’acqua healing. Per rilassarsi dopo aver assaggiato prelibatezze free!

Voglia di spa in Valle D’Aosta? Ecco i consigli per un week-end senza glutine