Forse non tutti lo sanno, ma esistono tante varietà di farina di riso, e ognuna può essere impiegata al meglio nelle ricette gluten free.

CHICCO E MACINATURA
La farina di riso si ottiene macinando i chicchi di questo cereale completamente privo di glutine. Il chicco può essere macinato integralmente, e allora si otterrà una farina di riso integrale, oppure senza l’involucro più esterno, e in questo caso avremo una farina “bianca”. Anche il tipo di macinatura influisce sulla qualità della farina: una granulometria più sottile rende la farina fina e impalpabile, una più grossa darà una farina più “grezza”.

INTEGRALE O BIANCA?
Ma al supermercato quale farina di riso è meglio scegliere? Tutto dipende da cosa dovete cucinare, e anche dal vostro gusto. Di solito, infatti, la farina di riso integrale è più saporita, e ha un gusto più pieno, leggermente tostato. Quella normale e a macinatura finissima, invece, è più delicata, e lascia spazio agli altri ingredienti. In numerose ricette la farina di riso può sostituire senza problemi la farina di grano tenero in preparazioni anche molto elaborate, a partire dalla pizza fino ad arrivare alla pasta fatta in casa o ai dolci di tutti i tipi, compresi i biscotti.

Ecco qualche suggerimento per utilizzare le diverse varietà di farina di riso che trovate in commercio.

FARINA DFarina riso integraleI RISO INTEGRALE
È l’ideale per piatti rustici, come torte salate con verdure o pasta fatta in casa, ma risulta perfetta anche per dolci integrali. Abbiamo già parlato di un ottimo prodotto, la Farina integrale di Probios.
Free vi dà due consigli per due primi piatti. La ricetta degli strascinati prevede già farina integrale per la realizzazione della pasta. Per le orecchiette, o altri tipi di pasta, l’indicazione generica della farina lascia campo libero all’utilizzo di quella di riso integrale, per un risultato finale dal sapore più intenso.

Strascinati di grano saraceno con zucchine e pomodori

Orecchiette con fave e asparagi

FARINA DI RISO BIANCA A MACINATURA NORMALE
È la farina di riso “jolly”. Granulometria normale, sapore non eccessivamente persistente. Preferitene sempre una ottenuta da riso di coltivazione biologica, e usatela per preparare tutto quello che volete, ad esempio la tanto amata pizza. Ecco una ricetta un po’ più gustosa del solito:

Pizza di patate con pomodoro e bufala

FARINA DFarina riso finissimaI RISO FINISSIMA
La consistenza più setosa di questa farina, che si idrata più facilmente rispetto alle altre varietà, la rende ideale per addensare creme, budini e preparati liquidi. Ad esempio, è perfetta per una besciamella classica, ma provatela anche per frolle perfette. Ecco due ricette per utilizzarla in modo originale:

Biscotti nocciole e mele 

Polpettone in crosta con fiocchi di mais

FARINA DI RISO GLUTINOSO
E’ una farina molto fine e dall’alto contenuto di amido, per cui è perfetta per i composti collosi, unica avvertenza, va dosata con cure. Non lasciatevi ingannare dal nome, è del tutto priva di glutine ed è ideale per rendere compatti gli impasti.