Birre senza glutine, è questa la particolarità di tutta una nuova linea che sta sviluppandosi in questi anni e che inizia a comparire sugli scaffali dei nostri supermercati.

Infatti, la birra tradizionale di solito contiene quantitativi di glutine superiori alla soglia limite dei 20 ppm, e quindi non è adatta ai celiaci. Ma da anni ormai sono in commercio birre appositamente formulate per chi mangia senza glutine, con malti di cereali naturalmente privi di glutine, come riso o miglio.

Da qualche tempo sono comparse sul mercato anche birre di cereali tradizionali, di malto d’orzo o frumento, garantite “senza glutine”, perché appositamente formulate grazie a processi produttivi in grado di abbattere il quantitativo di glutine fino a valori molto bassi, quasi sempre inferiori ai 10 ppm.

Ecco qualche esempio:

BIRRA DAURA
DAURA-2È una lager prodotta dalla spagnola Estrella Damm a partire dall’orzo, come per le birre classiche.
Grazie però al particolare processo di fermentazione del malto di questo cereale e a una tecnologia particolare sviluppata dall’azienda, il glutine viene abbattuto a un livello inferiore alle 3 ppm. È una bionda giallo dorato e dal sapore biscottato, ideale per accompagnare torte salate, piatti di carne e pesce e pizze.
La Daura è inserita nel prontuario AIC.

Daura senza glutine, Estrella Damm.

PERONI SENZA GLUTINE

PSG Bottle Perlage

Anche la Peroni ha aggiunto alla sua scuderia una birra pensata per i celiaci: da qualche mese è possibile assaporare la lager più amata conosciuta in Italia (e anche all’estero). Il sapore è pieno e bilanciato come quello della versione classica, ma il contenuto di glutine è inferiore ai 10 ppm.

Garantita dal marchio Spiga barrata dell’Associazione italiana Celiachia, quest’anno la Peroni Senza Glutine è protagonista del torneo di rugby Sei Nazioni!

Peroni Senza Glutine, Peroni.

LAMMSBRÄU

NeumarkterLammsbrauGlutenfreiDa oltre dieci anni questo birrificio di Norimberga produce birre biologiche, e ora è entrato nel mercato anche con quelle senza glutine.
La birra bionda della Lammsbräu viene realizzata a partire da acqua minerale, luppolo naturale e malto d’orzo, con un procedimento che permette di ottenere una bevanda alcolica deglutinizzata.

Lammsbräu Glutenfrei, Neumarkter Lammsbräu.

TENNENT’S GLUTEN FREE

Tennent's-1885-Lager-Gluten-FreeSi tratta della prima birra senza glutine prodotta dalla casa scozzese che viene realizzata secondo i tradizionali metodi di produzione “brassicola” ma risulta adatta a un’alimentazione gluten free grazie al particolare processo di eliminazione del glutine in fase di fermentazione.

Tennent’s 1885 Lager Gluten Free, Tennent’s.

LA PILSNER DELLA GREEN’S

new pilsnerm 3Birra senza glutine prodotta dal birrificIo artigianale belga Green’s ottenuta a partire sia da cereali naturalmente senza glutine che da cereali deglutitati.
Si tratta del mais e dell’orzo, utilizzato per ottenere il malto d’orzo deglutinato. Inoltre, la birra Premium Pilsner è prodotta con luppolo e lievito selezionato.

Premium Pilsner Gluten Free, Green’s.

LA SCURA DELLA GREEN’S

darkÈ la “Ale” del birrificio belga, rifermentata in bottiglia e prodotta secondo un’antica ricetta con malto tostato che le conferisce un sapore energico e ricco.
L’aroma dolce e corposo caratteristico di questa scura, dai sentori di caffè, carruba, e liquirizia, è il risultato di un’accurata selezione di malti d’orzo deglutinati e di luppoli pregiati.

Dark Gluten Free, Green’s.