Il sorgo bianco è naturalmente privo di glutine: scopriamo insieme perché i suoi chicchi e la sua farina sono così importanti.

PROTAGONISTA DI EXPO 2015
Il sorgo bianco è uno dei protagonisti di Expo 2015. Infatti, è uno dei cereali presentati dal Togo, Paese ospite, nel suo padiglione, e a maggio è stato al centro di una conferenza nel cluster Cereali e Tuberi che ha illustrato le caratteristiche di questa varietà del Sorghum bicolor bicolor, pianta base dell’alimentazione di molti popoli, soprattutto nei Paesi del Sud del mondo e in quelli orientali, ma oggi molto importante anche in Occidente perché priva di glutine.

Negli ultimi anni, in Togo si sta cercando di favorire il consumo interno e l’utilizzo del sorgo anche nelle preparazioni di panetteria, tramite la farina di sorgo: lo scopo è quello di diminuire le importazioni di farina di grano dall’estero e aumentare i posti di lavoro per la popolazione locale.

togo

LEGGI LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL SORGO.

TERZO CEREALE GLUTEN FREE AL MONDO
Il sorgo bianco si preferisce alla varietà rosata e rossa perché possiede caratteristiche nutrizionali migliori per l’alimentazione umana. Nel mondo, il sorgo bianco è infatti il terzo cereale in ordine di importanza dopo il mais e il riso tra i cereali senza glutine, e il quinto dopo frumento e orzo tra tutti i cereali.

IL SORGO IN CUCINA
Ma la sua caratteristica principale è che è un alimento naturalmente privo di glutine, e per questo adatto alla dieta celiaca: la farina di sorgo bianco può essere usata in cucina per la preparazione di dolci, pane, pasta, piadine e molto altro, in purezza, o mescolata ad altre farine gluten free in proporzioni che vanno dal 15% al 50%.

StockFood_11362003_SIn Togo, ad esempio, la farina di sorgo viene usata per produrre una pasta che, solitamente, si condisce con salse a base di pomodoro e legumi. Ma i chicchi di sorgo bianco possono essere impiegati per moltissime altre ricette: bolliti sono ottimi in zuppe e insalate calde o fredde.

Controllate sempre l’etichetta delle confezioni di farina di sorgo bianco o dei chicchi, perché, come anche mais e riso, pur essendo un alimento senza glutine può essere soggetto a contaminazione durante il processo di lavorazione e confezionamento.

VUOI SAPERE DOVE MANGIARE SENZA GLUTINE A EXPO? LEGGI QUI!