Nel mese di maggio, a Empoli e nei comuni della provincia, verranno serviti pasti senza glutine a tutti gli studenti che mangiano a scuola.

L’INIZIATIVA
Per educare i bambini a una dieta sana e al problema della celiachia e del “mangiare diverso”, Empoli e i comuni della provincia hanno aderito a una Giornata di sensibilizzazione che sarà scandita in due date, il 13 e il 20 maggio, e che coinvolgerà gli studenti che usufruiscono della ristorazione scolastica.

20110520172601Il tema della giornata del 13 maggio sarà “I 5 colori della frutta e della verdura”, per promuovere la scoperta delle proprietà nutrizionali e il consumo di frutta e verdura. Sul tavolo della mensa, quindi, compariranno tante verdure fresche e colorate da sgranocchiare, per imparare gusto e sapore della natura.

MENU SENZA GLUTINE PER TUTTI
Il 20 maggio il tema è “Un menu… naturalmente senza glutine”: a tutti gli studenti verrà proposto un pasto interamente gluten free preparato utilizzando alimenti naturalmente privi di glutine, il più sani e freschi possibile. Bando ai preparati dietetici, quindi, e sì a un menu uguale per tutti, proprio per evitare discriminazioni e per insegnare il valore della diversità, anche a tavola.

«L’iniziativa nasce dalla convinzione dell’importanza del ruolo educativo e formativo svolto dalla ristorazione scolastica: a scuola i ragazzi possono imparare non solo a nutrirsi correttamente, ma anche a potenziare le loro competenze ambientali e sociali, attraverso la collaborazione, l’integrazione, il rispetto degli altri», ha dichiarato Maria Giannotti, direttore dell’unità operativa complessa Igiene degli alimenti e nutrizione dell’Asl 11. «Attraverso i bambini si possono suggerire abitudini alimentari e competenze anche al nucleo familiare, ai docenti, al personale della scuola e, quindi, a una intera collettività, aiutando così le persone ad operare scelte consapevoli ed a metterle in atto».

Il pasto sarà accompagnato da momenti di approfondimento e di discussione nelle classi e da una campagna di comunicazione sul territorio. L’Associazione Italiana Celiachia provvederà, inoltre, a inviare alcune indicazioni e materiale informativo (come locandine, segnalibri, ecc), che il personale docente potrà utilizzare per la preparazione dei due eventi.

 

Fonte: Azienza Asl 11 – Empoli