Abbiamo fatto una lunga chiacchierata con Rossana Del Santo, più conosciuta come Rossanina, cuoca e blogger del noto portale di cucina Coquinaria, che ci ha raccontato la sua quotidianità con il gluten free e ci ha dato qualche consiglio su come organizzare il tanto atteso menu delle Feste.

Al Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi si è parlato di celiachia. Scopri qui!

rossanina-e-impallomeniChi è  Rossanina? E come nasce la passione per la cucina?
Sono una persona fortunata e felice per tutto quello che la vita mi ha saputo donare. La passione per la cucina è insita nel mio dna, grazie a mia madre grande cuoca per la famiglia, e a mia zia inglese, esperta di cibo internazionale. Poi mettiamoci pure che ho sposato un uomo buongustaio con un palato sopraffino!

Lo studio, inoltre, mi ha fatto comprendere come la cucina sia una delle discipline più complesse che spazia dalla chimica alla fisica, dall’arte alla sociologia, dalla storia alla etnologia. E negli anni ho capito anche che cucinare per gli altri è un dono che si fa a loro e, soprattutto, a noi stessi.

Quando hai scoperto di essere celiaca? E come è cambiata la tua vita?
L’ho scoperto dopo il trapianto di fegato. Da allora la mia vita è cambiata, ma in positivo… a partire dagli affetti. Sono super coccolata da parenti e amici che cucinano per me, che trasformano i loro eventi in occasioni “senza glutine”, “senza lattosio” e “senza lieviti” (eh sì, non sono solamente celiaca!).

La dieta gluten free fa dimagrire? Scoprilo qui!

Ho iniziato a studiare molto il settore e a cercare di capire come riuscire a ottenere piatti deliziosi utilizzando prodotti e farine naturalmente senza glutine, riducendo al minimo l’apporto di additivi. Attraverso le mie preparazioni voglio far passare il messaggio che anche il senza glutine può essere da gourmet. Inoltre, curando le pubbliche relazioni per l’Associazione Cuochi di Arezzo, lavoro con gli associati per cercare di sensibilizzare sull’argomento gli specialisti del settore.

Leggi tutte le nostre Storie senza glutine!

Ci stiamo avvicinando al Natale… Come è organizzato il tuo menu?
Quest’anno andrò a casa di mia zia, in Inghilterra. E lei ha già pensato a un menu interamente privo di glutine, lattosio e lieviti. Mettendo in allarme anche i suoi vicini, da cui ci recheremo per un aperitivo.

rossanina-in-cucinaRossanina, puoi darci qualche “dritta” per non fallire nell’organizzazione del pranzo (specie in caso di menu misto, per celiaci e non). Almeno tre consigli…
1. Pensate a un menu adatto a tutti, dove ci siano piatti che possano essere preparati senza che nessuno si accorga delle differenze (tipo crespelle al forno e dolci al cucchiaio).
2. Non dite agli ospiti che si tratta di un menu senza glutine, altrimenti partono già prevenuti…
3. Puntate molto sui dolci: preparate cose golose, golose e ancora golose…

Qual è il piatto su cui fai affidamento durante queste Feste?
Il tacchino farcito con le castagne, quelle di Cetica, paesino toscano che produce dei marroni straordinari…  ho già provveduto a metterli in freezer per conservarli.

Vuoi provare altri piatti di Rossanina? Scoprili qui!

rossanina_mini_pavloveUna ricetta veloce e d’effetto da presentare agli amici per una serata insieme?
Una pavlova gigantesca a forma di albero con tantissimi frutti rossi. Ma va bene anche allestita in eleganti monoporzioni (vedi foto)…

E, per chiudere in bellezza, una ricetta per alleggerirci dalle “grandi” abbuffate?
Petto di tacchino arrosto
tagliato con l’affettatrice e arrotolato intorno a verdure a bastoncino (sedano, carota, finocchio, cipollotto, sedano rapa), condite con olio extravergine di oliva e limone (o aceto balsamico dop). E, per accompagnare, un buon riso basmati integrale cotto pilaf. È ottimo!

Grazie Rossanina per la chiacchierata, a presto!