Alleate preziose

L’autunno è un momento di importante preparazione del nostro organismo ai rigori dell’inverno. Per affrontare gli ultimi mesi dell’anno con la giusta grinta e nel totale benessere, potete contare su potenti alleati:le vitamine. Ed è proprio in questo periodo dell’anno, che le vitamine  risultano particolarmente utili per combattere la stanchezza, rinforzare il sistema immunitario e tenere lontani i malanni di stagione.
Il terzetto vitaminico su cui puntare? Vitamina C, D e B.

Vitamina C: scudo contro raffreddore e antiossidante 

Per antiossidante si intende una categoria di sostanze chimiche in grado di limitare l’azione dannosa dei radicali liberi, responsabili dell’ossidazione cellulare e quindi dell’invecchiamento. Inoltre  permette di crearvi uno scudo contro l’aggressione di tante malattie, dal più comune raffreddore a patologie infettive più importanti. Ma come ci riesce? Grazie alla sua capacità di attivare la funzionalità dei linfociti

Sfatiamo un mito: non solo agrumi 

Le principali fonti alimentari di questa vitamina sono quasi tutte vegetali. Tra i cibi più ricchi ribes, peperoni, broccoletti e rucola. Questo non significa che gli agrumi non contengano vitamina C (tra quelli che ne hanno la maggiore quantità spiccano le clementine), ma mette in evidenza quanto altri frutti ne siano più ricchi, quali, per esempio, kiwi e fragole.

B3, B6  e B12: perfette per tenersi sempre attivi

La vitamina B3,  svolge un’eccellente azione tonificante  poiché contribuisce al corretto metabolismo energetico. E’ presente nella carne (bovina,pollame e pesce), uova, cereali integrali,arachidi, patate, e derivati del latte. La B6, invece, è fondamentale per la corretta funzione epatica e a tenere lontani i malumori . E’ presente nel pesce , nelle carni magre, nelle banane, prugne, legumi,avocado. La B12 è il fattore anti-anemico più conosciuto, perché svolge un’azione fondamentale nei processi di formazione dei globuli rossi ed è presente nei cibi di origine animale

L’antidoto alla tristezza? La vitamina D

È chiamata anche la “vitamina del sole”, poiché viene sintetizzata dall’organismo proprio grazie alla luce solare. Si tratta, in realtà, di
un ormone, determinante per mantenere in salute l’apparato scheletrico e prevenire osteoporosi e fratture. Questo accade perché
la vitamina D stimola l’assorbimento del calcio e del fosforo, oltre a favorirne il deposito.  La vitamina D contribuisce anche al benessere psicologico stimolando la produzione di endorfine, serotonina e dopamina, ovvero i cosiddetti “ormoni del buonumore”, combatte la depressione e la sensazione di malessere e malumore.