Preparate la salsa tartara: in una ciotola lavorate i tuorli sodi con l’aceto, un pizzico di sale e uno di pepe, fino a che gli ingredienti non saranno bene amalgamati.

Aggiungete il tuorlo fresco e iniziate a montare con le fruste elettriche. Continuate unendo a filo, molto lentamente, l’olio fino a ottenere una maionese dalla consistenza cremosa.

Unite il cucchiaio di senape, tritate i cetrioli, i capperi, l’erba cipollina, il prezzemolo e il dragoncello, e amalgamate il tutto.

Preparate i calamari fritti: asciugate bene il pesce con la carta assorbente, al fine di ottenere una frittura ben asciutta, quindi infarinatelo con l’amido di mais e la farina di mais mescolati insieme. Eliminate la farina in eccesso.

Friggete il pesce nell’olio portato a temperatura, quindi scolatelo su carta assorbente e salatelo. La frittura con sola farina e senza pastella darà ai vostri calamari leggerezza e croccantezza. Serviteli ben scolati, con una fettina di limone nel piatto.

Ricetta di Ilaria Maria Dondi

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).