Preparate le lasagne: versate 150 g di farina sulla spianatoia, formate una fossetta al centro, unite le uova, sbattetele con una forchetta e incorporate man mano la farina circostante. Impastate energicamente il tutto fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Tirate la sfoglia dello spessore di 2 mm, ricavatene almeno 16 dischi, fateli cuocere in acqua bollente salata, asciugateli e passateli in salamandra o sotto il grill del forno.

Per la farcitura: mondate le verdure e tagliatele a dadini. Fatele cuocere separatamente in padella, poi unitele e mescolate per ottenere una caponata. Condite con un filo di olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, pepe macinato al momento e l’aglio a fettine sottili.

Leggi anche la ricetta dei Pici con mollica, acciughe e burrata! 

Preparate la salsa al prosciutto: fate fondere il burro con 50 g di farina, aggiungetevi il brodo vegetale, 150 g di prosciutto di Praga a cubetti, salate e pepate. Fate restringere e frullate tutto.

Adesso montate la lasagna. Assemblate ciascuna porzione direttamente nel piatto di servizio: spalmate i dischi di pasta con il caprino fresco, farciteli con la caponata di verdure e il restante prosciutto di Praga tagliato a julienne (in tutto saranno circa 150 g), facendo almeno 3 strati di ripieno. Gratinate i dischi per qualche minuto e disponeteli al centro del piatto. Guarnite in ultimo con la salsa al prosciutto di Praga, un filo d’olio extravergine di oliva, foglie di basilico e timo.

Ricetta di Bruno Barbieri tratta dal libro Squisitamente senza glutine.

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).