Unite i capperi tritati al pangrattato (o alla farina di mais) e all’origano. Mescolate e condite con l’olio e il succo di limone, fino a ottenere una sorta di sabbia bagnata (aggiungete ancora un po’ di succo di limone se è troppo asciutta).

Tagliate a metà i pomodori e disponeteli su una teglia con la parte tagliata rivolta verso l’alto, salateli, cospargeteli con il composto di pangrattato e fate cuocere per 40-50 minuti in forno preriscaldato ventilato a 150 °C. Abbassate la temperatura se si dorano troppo.

Mescolate in una ciotola la farina di riso, l’amido di tapioca, la farina di grano saraceno e un pizzico di sale. Fate una fontana e mettete al centro lo strutto, versate sopra l’acqua tiepida (o il latte) e impastate per 1 minuto, fino a ottenere un panetto liscio. Lasciatelo riposare per 15 minuti, avvolto nella pellicola per alimenti.

Dividete l’impasto in 4 e stendetelo in dischi di 3 mm di spessore. Forateli con una forchetta e cuoceteli su una piastra antiaderente ben calda 1 minuto per lato, quindi farcite le piadine con le fette di prosciutto e sopra i Piccadilly.

Ricetta di Rossanina Del Santo

Volete provare altre ricette con le piadine? Piadine prosciutto e formaggio con polpette di ceci.

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).