Preparate lo stufato: fate soffriggere, in una casseruola con l’olio, la cipolla e il sedano tritati, e la carota a cubetti. Aggiungete le salsicce tagliate a pezzi e fatele rosolare per circa 5 minuti. Sfumate con il vino e, quando sarà evaporato, versate 300 ml di acqua e unite il concentrato di pomodoro.

Coprite con un coperchio, abbassate la fiamma al minimo e lasciate cuocere per circa 1 ora, mescolando di tanto in tanto. Verso la fine della cottura, regolate di sale e di pepe. Pochi istanti prima di spegnere il fuoco, diluite la Maizena® in pochissima acqua (quella sufficiente a farla diventare una cremina), versatela nella casseruola e mescolate con cura.

Preparate la polenta: a metà cottura dello stufato, versate l’acqua in un paiolo (se non lo avete, potete usare una casseruola capiente, antiaderente e dal fondo spesso). Salate l’acqua, mettetela sul fuoco e, quando arriva a bollore, versate a pioggia la farina di mais. Lasciate cuocere a fiamma molto dolce per 30 minuti, mescolando spesso. Una volta raggiunta la cottura, verificate la sapidità della polenta, tenendo presente che lo stufato di salsiccia è molto saporito.

Trasferite la polenta in un piatto da portata e conditela con il sugo e le salsicce stufate. Cospargete con il prezzemolo tritato e servite ben caldo.

Ricetta di www.glutenfreetravelandliving.it

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).