Versate l’acqua in un paiolo (se non ne possedete uno, potete usare una casseruola capiente, antiaderente e dal fondo spesso). Salate l’acqua e, quando arriva a bollore, versate a pioggia la polenta. Lasciate cuocere a fiamma molto dolce per 30 minuti, mescolando spesso. A cottura terminata, verificate la sapidità della polenta e aggiungete un pizzico di pepe.

Ungete una teglia rettangolare, di vetro o di ceramica, con 15 ml di olio extravergine di oliva, e versatevi la polenta. Stendetela a uno spessore massimo di 2 cm, livellandola bene, e lasciatela raffreddare.

Trasferite la polenta su un tagliere e, con un coltello a lama liscia unto con l’olio rimanente, ritagliate dei rettangoli lunghi dai 3 ai 5 cm a seconda dei vostri gusti.

Fate scaldare l’olio di semi di arachide in una padella e friggete i pezzetti di polenta, evitando di rigirarli, finché non presenteranno una crosticina dorata in superficie.

Prelevate i bastoncini di polenta dalla padella con un mestolo forato, fateli scolare su carta assorbente e salateli.

Mescolate lo stracchino con il peperoncino e servite la polenta fritta calda, accompagnandola con la crema di formaggio.

Vuoi qualche consiglio per una frittura perfetta? Leggi qui.

Ricetta di www.glutenfreetravelandliving.com

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).