Preparate i ravioli cinesi al vapore. Amalgamate la farina di riso, la Maizena®, la fecola di patate e un pizzico di sale con 150 ml di acqua, fino a ottenere un composto liscio ed elastico. Stendetelo su un piano infarinato e tirate una sfoglia sottile qualche millimetro quindi, con un coppapasta, ricavate dei dischi che andrete ulteriormente ad assottigliare con il matterello.

Preparate il ripieno: tritate molto finemente la carota e il porro, aggiungete una grattugiata di zenzero, la verza tagliata grossolanamente e lavorate con il macinato e con la salsa di soia.

Formate i ravioli: sigillateli a mezzaluna al centro, e richiudete un lembo di pasta sull’altro realizzando delle pieghe, dal centro verso l’esterno (aiutatevi inumidendo un po’ i bordi). In alternativa, potete chiudere i ravioli direttamente a mezzaluna senza altre lavorazioni, o modellarli a forma di sacchetto o di caramella. Fate cuocere i ravioli al vapore per circa 15 minuti.

Per evitare che i ravioli si attacchino al cestello della vaporiera, disponeteli su qualche foglia di verza o di cavolo cinese. I ravioli cinesi al vapore sono perfetti da servire come antipasto o come sfizioso aperitivo.

Ricetta di Ilaria Maria Dondi

Leggi anche: Involtini primavera con salsa agrodolce

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).