Lavorate la farina di ceci (leggi alla fine della ricetta come prepararla!) con l’uovo e 1 cucchiaio di olio fino a ottenere un impasto liscio. Fate riposare per 10 minuti. Stendete la pasta più sottile possibile e ritagliate con un coppapasta tanti quadrati di 12 cm di lato.

Disponete 1 cucchiaino di baccalà nel centro del quadrato e chiudete il raviolo sollevando gli angoli e unendoli al centro. In tutto otterrete 10 ravioli grandi: calcolate 1 raviolone a persona se si tratta di un assaggio, 3 per una porzione media, 5 per un piatto importante.

Fate scaldare il pomodoro con 2 cucchiai di acqua, l’olio rimanente e l’aglio tritato. Salate.

Fate cuocere i ravioli in acqua bollente salata per circa 3 minuti (il tempo dipende dallo spessore della pasta). Scolateli con l’aiuto di un mestolo forato, estraendoli delicatamente dall’acqua per evitare di romperli.

Mettete la salsa di pomodoro sul fondo del piatto, ponete il raviolone sopra e decorate con dei fili sottili ricavati dalle foglie di basilico.

(La farina di ceci tostata si ottiene cuocendola in forno a 90 °C per 3 ore. In questo modo si ottiene una denaturazione delle proteine e una maggiore pastificabilità.)

Ricetta di Rossanina Del Santo

Leggi anche: Ravioli di cernia su crema di borragine

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).