Pulite le ortiche, indossando i guanti di lattice, lavatele e lessatele in acqua bollente per 10 minuti; scolatele, strizzatele e tritatele finemente. Quindi disponete 300 g di farina a fontana su una spianatoia infarinata, rompete le uova al centro, unite le ortiche tritate e un pizzico di sale, e impastate per ottenere un composto liscio e omogeneo. Modellate una palla e fate riposare per 30 minuti, coperto.

Preparate il ragù: mondate la cipolla, la carota e il sedano, tritateli finemente. In un tegame, rosolate il trito di verdure in 10 g di burro e nell’olio extravergine. Unite tutta la carne e lasciatela rosolare in modo uniforme; bagnate con il vino e cuocete per 30 minuti, a recipiente coperto e a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto.
Alla fine, unite il burro rimasto a pezzetti e fatelo sciogliere.

Stendete la pasta, nel frattempo, in una sfoglia sottile, arrotolatela, poi tagliatela a strisce larghe 3-4 cm e lasciatele asciugare su un canovaccio. Quindi lessate le strettine in abbondante acqua bollente salata, scolatele al dente e passatele nel tegame con il ragù. Mescolate e servite, spolverizzando con il parmigiano grattugiato.

© Fuoco Variabile

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).