Setacciate la fecola, lo zucchero e il cacao in un’ampia ciotola, per evitare che si formino grumi. Versate il latte (la ricetta originale ne prevede 250 ml, ma io ne ho usato un po’ di più per ottenere un composto molto morbido), aggiungete la cannella e il lievito, e mescolate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Rivestite con la carta da forno una teglia rotonda da 22-24 cm di diametro e versatevi il composto, livellandolo bene con un cucchiaio bagnato. Infornate a 170 °C e fate cuocere per 35-40 minuti. Verificate la cottura, facendo la prova stecchino. Sfornate, lasciate intiepidire, tagliate a fette e servite.

Bilbolbul è il nome di un bambino africano, protagonista di quello che viene considerato, convenzionalmente, il primo fumetto italiano. Le surreali avventure di Bilbolbul, nate dalla matita di Attilio Mussino oltre un secolo fa, venivano pubblicate sul Corriere dei piccoli, ed erano accompagnate da filastrocche in rima.

Ricetta di Anna Pierri

*Quando trovate un asterisco accanto a uno degli ingredienti di una ricetta, dovete verificare la presenza sulla confezione della scritta senza glutine, oppure fare riferimento alla Spiga Barrata o al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (celiachia.it) o scaricare la App AIC Mobile per Android, iPhone e Windows).
** Per gli ingredienti indicati con due asterischi, il suggerimento è di scegliere i prodotti erogabili ai celiaci da parte del SSN: il riferimento è il Registro degli Alimenti dietetici senza glutine del Ministero della Salute (salute.gov.it).